Uno strano strumento che potrebbe prevedere i terremoti

IL BAROSCOPIO DI GORIZIA

Vi raccontiamo la storia di uno strumento che da quel che si dice sembrerebbe di essere in grado di prevedere i terremoti e pure i cambiamenti climatici.

Nel lontano 1947 Don Fulvio Demartin, parroco di Gorizia, ereditò un mobile da una sua zia, dentro al quale vi trovò uno strano strumento; si trattava di un termometro e di una provetta contenente del liquido trasparente fissati su di una tavoletta in legno. Sulla tavoletta erano riportare numerose scritte in tedesco che indicavano quale tipo di condizioni atmosferiche si sarebbero manifestate in base alla mutazione del liquido.

Il parroco iniziò ad osservare questo strumento tutte le mattine e si rese conto che riusciva veramente a prevedere il tempo; ma poi un giorno, il 5 maggio 1976, si accorse che il liquido aveva assunto un’aspetto insolito, praticamente si era formato un sedimento di colore rosso nella parte superiore, mentre sotto era di un colore giallo tenue. A quel punto consultò la tavoletta per capire cosa significasse  e scopri che il liquido avente quelle caratteristiche corrispondeva alla scritta in tedesco ERDBEBEN che tradotto in italiano vuol dire “terremoto”.

Il giorno dopo nel Friuli si verificò il terribile terremoto che tutti conosciamo con oltre 1000 morti  4000 feriti e 100.000 senza tetto. Lo strumento rimase in quella posizione  fino al mese  settembre dove un nuovo terremoto provocò altre vittime. Dopo la scossa del 15 di settembre il liquido ritornò alla sua normalità e anche lo sciame sismico cessò.

Nel 1998 cominciò a reagire di nuovo allo stesso modo e anche in questo caso si verificò il terremoto, questa volta l’epicentro fu nella vicina Slovenia. Ora questo strumento ha più di 100 anni e non reagisce più agli eventi atmosferici e nemmeno a quelli simici.

Si tratta del baroscopio, almeno così veniva chiamato ed è stato usato fino alla fine del 1800 sopratutto dai marinai per fare le previsioni meteo.  il suo vero nome in realtà non è baroscopio (che sarebbe un altro tipo di strumento) ma Storm Glass

 

Come si interpretano le previsioni meteo / sismiche ?

 

1 – liquido chiaro:  bel tempo

2 – liquido torbido: tempo variabile

3 – piccole campane nivee: pioggia

4 – liquido torbido con delle stellette: temporale

5 – cristallizzazione: nuvoloso

6 – penne salienti: vento

7 – nuvole grosse: burrascoso

8 – puntini nel liquido: nebbia o pure umidità

9 – stellette e tenue cristallizzazione: neve

10 – una strato di ghiaccio sopra: forte gelo

11 – cristalli in fondo: gelo

12 -sedimento sopra e liquido chiaro sotto: terremoto

 

questo video mostra cosa succede all’interno della provetta

Come si costruisce questo strumento ?

Ci sono  2 formule:

Formula 1

Ingredienti:

2,5 g di nitrato di potassio

2,5 g  cloruro di ammonio

33 ml di acqua distillata

40 ml di etanolo

10 g  di canfora

Bisogna  mettere il nitrato di potassio e cloruro di ammonio in acqua distillata e poi si mescola fino allo scioglimento completo per  poi aggiungere etanolo e canfora e mescolare ancora fino allo scioglimento completo.

Un metodo migliore:

Bisogna prendere un recipiente e mettere l’acqua distillata assieme al nitrato di potassio e al cloruro di ammonio, mescolare bene fino allo scioglimento completo,.

Poi  prendete un secondo recipiente, mettere dentro  la canfora e l’ etanolo, anche qui mescolare fino scioglimento completo.

Poi bisogna versare le 2 soluzioni in un unico recipiente e mescolare ancora per un po in  modo da miscelare il tutto.

A questo punto bisogna versare il contenuto in una provetta lasciando almeno 1 cm di aria e poi chiudere con un tappo di sughero e magari se possibile sigillarlo con della c’era lacca.

_______________________________________________

Formula 2

Viene preparato in 3 soluzioni di grappa stagionata da 8 cc l’una .

nella prima vengono sciolti  2 grammi nitrato di potassio

nella seconda 2 grammi di cloruro di ammonio

nella terza 2 grammi di canfora naturale.

Una volta preparate queste tre soluzioni vanno versate tutte in un unico contenitore e mescolate.

Poi il contenuto viene versato in una provetta da 25 cc;  poi chiusa con un tappo di sughero lasciando circa un centimetro d’aria e poi il tappo viene sigillato con la ceralacca.

___________________________________________________

Posizionamento:

Una volta realizzato lo strumento dovrà essere  rivolto verso  nord al riparo dal sole e dalla pioggia ad esempio può essere messo sul davanzale di una finestra posta a nord della casa, l’ideale è metterlo all’esterno.

___________________________________________________

 

Perché il liquido reagisce formando i  cristalli ?

Il baroscopio o meglio noto come Storm Glass non reagisce mai ai cambiamenti di pressione perché è sigillato al massimo può reagire agli sbalzi di temperatura, però è stato notato che alla stessa temperatura  assume comportamenti diversi e questo significa che le reazioni sono dovute ad altri fattori quali campi elettromagnetici, correnti elettriche, campi magnetici, ecc. ecc. o forse nel caso dei terremoti funziona come un rilevatore di particelle gamma del radon e quindi questi fattori possono provocare delle reazioni chimiche nelle sostanze contenute all’interno.

Questo strumento è attendibile ?

Per quanto riguarda l’attendibilità di questo strumento c’è chi sostiene che questo funzioni benissimo e chi invece sostiene il contrario.

Per quanto riguarda le previsioni  meteo non ci vuole molto tempo per fare un test visto che il tempo cambia molto frequentemente. Invece per quanto riguarda i terremoti dovete sapere che  possono passare molti anni se non addirittura secoli prima che un sisma si verifichi in una determinata area; l’unico metodo per capire se funziona veramente è quello di posizionarne diversi in ogni regione d’italia così siamo sicuri che non bisognerà attendere a lungo.

Se qualcuno volesse provare questo tipo di strumento, farebbe meglio  ad acquistarselo già pronto, perché costruirselo da soli senza avere una certa esperienza significa manipolare sostanze che possono essere tossiche e infiammabili.



Precedente i Terremoti storici dell' Emilia Romagna Successivo Troppi terremoti nel Nord Italia in poco tempo

4 commenti su “Uno strano strumento che potrebbe prevedere i terremoti

  1. edoardo denari il said:

    Leggendo il processo mi e’ parso di capire che il magnetismo e’ il fattore discriminante ma allora a sto punto perche non si analizza il magnetismo terrestre nelle varie zone sismiche se e’ come penso in zone sismiche il magnetismo dovrebbe essere sureriore alle zone”normali” e quindi si legge la differemza icampo

  2. Mark il said:

    Scusate visto la semplicita’ e gli ingredienti non dovrebbe costare molto costruirne uno (2-3 euro), comunque se e’ vero che ormai sono 200 anni che ne si conosce il sistema e la pseudo validita’ come mai nessuno l’ha mai commercializzato o usato a grandi numeri … se e’ valido chi lo commercializzasse diventerebbe miliardario in 2 giorni, pensate solo 1 Storm Glass in ogni ufficio pubblico, 1 in ogni chiesa, e sicuramente ogni famiglia ne vorrebbe uno…. in Italia ci sono circa 25.000.000 facendo conto che su ogni pezzo venduto il costruttore avrebbe gaudagnato minimo 3 euro…… mah! e non ditemi che e’ un discorso che non centra con i terremoti ….tutto gira attorno allo sporco denaro, basta vedere le intercettazioni dei costruttori dopo i terremoti dell’Aquila erano contenti del disastro perche potevano fare affari d’oro.

  3. Mark il said:

    Ascoltate queste intervista allo studioso Ighina http://www.youtube.com/watch?v=nOrGi5XiHl4&feature=related CON TANTO DI RISULTATI ora tutti parlano dei gas sotterranei che sono quelli che provocano gran parte dei danni….. il costo della Valvola Sismica e quella della macchina della pioggia e’ irrisorio ……. forse qui c’e’ da pensare NELLA VOLONTA’ DEI GRANDI NEL VOLERE LA SICCITA’ GLI ALLAGAMENTI E I TERREMOTI CHE FANNO GUADAGNARE IMMENSE FORTUNE

  4. roberto montalto il said:

    è semplicemente molto interessante, ma se funziona veramente , lo si potrebbe testare in qualche istituto specializzato, e, magari con le dovute precauzioni, utilizzarlo.

I commenti sono chiusi.