Il 3 gennaio 1117  le regioni del Nord Italia furono scosse dal più forte terremoto storico che abbia mai colpito queste zone; l’epicentro principale di questo evento sismico fu nel veronese.  Gli  effetti  di questo terremoto furono  catastrofici,  sono menzionati danni e distruzioni su buona parte del Nord Italia, alcune fonti riportano distruzioni  anche in diverse località della  Francia, Austria, Germania e Slovenia.

Le fonti storiche riportano che questo terremoto ebbe una forza tale  da sradicare gli alberi da terra;  crollarono gli argini del  Po e quelli dell’Adige;  le acque del Po si sollevarono a forma di volta e poi ripiombarono in basso;  in molti luoghi la terra aprì e nella laguna Veneta vi fu un’eruzione di acqua solfurea. Le vittime di questo terremoto  furono decine di migliaia, secondo alcune fonti i morti furono oltre 30 000.

La città di Verona, situata vicino all’epicentro, fu rasa al suolo, ancora oggi sono visibili sull’Arena gli effetti di questo terremoto (vedi foto in alto) il sisma fece crollare la cinta esterna dell’Arena,  rimase solo in piedi solo la ben nota ALA con le 4 arcate. Anche a Padova crollarono molti edifici tra cui la Basilica di Santa Giustina.

Le distruzioni interessarono quasi tutta  la Lombardia, con crolli di edifici anche a  Milano.   Le rovine si estesero dal Friuli fino al Piemonte, scendendo fino alla Toscana dove a Pisa vi furono numerosi crolli e molte vittime;  sempre nella nella stessa giornata  sono menzionati  danni anche nel Lazio a Montecassino e poi come già detto in precedenza anche  in  Francia, Slovenia, Austria e Germania

 

Terremoto singolo o più terremoti ?

Per creare distruzioni su un’ area comprendente tutto il nord Italia, parte del centro e  nazioni confinanti, questo terremoto avrebbe dovuto raggiungere almeno magnitudo 8.0, ma eventi sismici di tale magnitudo non si sono mai verificati nel nostro paese e nemmeno negli stati confinanti.  Alcuni ricercatori sostengono che non si sia trattato di un singolo terremoto di tale magnitudo, ma ben si di più terremoti che si sono verificatesi nello stesso giorno e questo sarebbe dimostrato anche dagli orari differenti:  in Germania il terremoto avvenne la mattina; a Pisa  alle ore 17:00; a Verona  alle ore 22:0o; a Cremona il giorno dopo.  La magnitudo massima stimata per l’evento sismico del veronense è di  6.5

 

Mappa degli ipotetici terremoti avvenuti tra il 3 e 4 gennaio 1117

 2 terremoti in Germania uno a Bamberga e l’altro a  Augsburg

1 terremoto a Reims in Francia

1 terremoto sul confine tra Friuli Venezia Giulia,  Austria e Slovenia

4 terremoti in Italia (Verona – Cremona – Pisa – Montecassino)

 

Possibili errori da parte degli storici

Le notizie che riguardano questo evento non sono giunte direttamente dall’epoca dei fatti,  ma furono riscritte alcuni secoli dopo, è possibile che gli storici abbiano collocato alcuni eventi sismici avvenuti in periodi diversi in un unica data, cioè quella del terremoto di Verona. I terremoti  che sicuramente si sono verificati tra il 3 e 4  gennaio 1117  sono quello di  Verona e probabilmente  quello di Cremona e Pisa.