10 novembre 1918 il terremoto di Santa Sofia

 

Nel  pomeriggio del 10 novembre 1918, un forte terremoto colpì l’Appennino forlivese con i massimi effetti a Santa Sofia, Galeata, Mortano, Bagno di Romagna con gravi danni alle abitazioni. Il terremoto come intensità fu simile a quello avvenuto di  recente del maggio 2012 in Emilia Romagna in quel caso ebbe una magnitudo di 5.8. I morti furono una ventine e centinaia i feriti.

L’anno precedente esattamente il 2 dicembre 1917, sempre in quell’area vi fu un’altro forte terremoto che provocò danni in diverse località della Romagna e della Toscana, nell’alta Valle del Bidente a Santa Sofia e San Piero in Bagno e in altri comuni della zona.  Alcuni danni vi furono anche Bagno di Romagna,Predappio, Modigliana, Galeata, Civitella, Verghereto, alcuni danni lievi vi furono anche a Cesena e Faenza. 

2 anni prima nel 1916 ci fu anche il terremoto di Rimini, quindi in Romagna vi furono 3 terremoti nel giro di poco tempo 1916 – 1917  -1918.

 

 

 

 

Precedente 6 novembre 1659 il terremoto della Calabria centrale Successivo I terremoti storici della Calabria