I terremoti storici del Molise

26 luglio 1805

magnitudo stimata:  6.6

area epicemtrale: Molise

morti: 5500

Questo terremoto colpì una vasta area dell’Appennino meridionale; gli effetti maggiormente distruttivi  si ebbero nelle provincie di Matera, Isernia e Campobasso .  La città di Isernia e altre 20 località della sua provincia subirono gravi distruzioni; gravi danni vi furono anche a Campobasso e in molti paesi vicini. . Il terremoto ebbe effetti distruttivi anche nelle località della attuale provincia di Benevento, in particolare nel Sannio.

Gravi danni con crolli di edifici sono documentati anche nelle città Napoli e Avellino dove vi furono alcune vittime; danni minori invece sono stati registrati in un area compresa tra  Foggia, Gargano e Salerno. In totale vi furono oltre 5500 vittime di cui 1000 solo nella città di Isernia e 1600 feriti.

 

 

26 settembre 1933

magnitudo: 5.7

area epicentrale: Maiella

morti: 12

feriti: 150

Questo terremoto ebbe epicentro nella Maiella in Abruzzo e provocò alcuni danni non gravi anche nella provincia di Isernia. Le vittime  furono poche perché quasi tutte le persone erano uscite all’aperto in seguito a delle scosse minori che anticiparono la scossa principale.

 

 

31 ottobre 2002

 

 

 

 

 

 

 

 

 

magnitudo: 5.4

area epicentrale: San Giuliano

morti: 13

Il terremoto del 31 ottobre 2002 colpì la provincia di Campobasso e Foggia; a San Giuliano crollò la scuola elementare dove morirono 11 bambini e 2 maestre, più di trenta persone furono estratte vive tra adulti e bambini; i senza tetto furono 3000.

Precedente I terremoti storici della Campania Successivo I terremoti storici dell'Abruzzo

Un commento su “I terremoti storici del Molise

I commenti sono chiusi.