Share:
Condividi

Terremoto Irpinia 23 novembre 1980

il 23 novembre del 1980 era una giornata calda primaverile rispetto al clima del periodo. Alle ore 19:35 di quel giorno un terremoto di magnitudo 6,9  portò immense distruzioni in Irpinia, le regioni colpite furono Campania centrale e parte della Basilicata. I comuni colpiti dal terremoto in totale furono 214, i morti furono quasi 3000 – i  feriti  10.000 , le persone senza tetto 280.000.

La registrazione audio del terremoto

Il rumore del terremoto fu registrato durante una trasmissione radiofonica di radio Alfa di Avellino.  nella seguente registrazione si sentono  i boati del terremoto.

I primi soccorsi

Tragico lo scenario che si presentò all’alba del giorno dopo  ai primi soccorritori, dagli elicotteri apparvero  immense distruzioni, interi paesi rasi  al suolo e le persone che scavavano tra le macerie alla ricerca di sopravissuti. Moltissime persone furono estratte dalle macerie  ancora vive anche dopo molti giorni dal terremoto e non  mancarono neppure le polemiche sul ritardo dei soccorsi.

 

Dopo il terremoto il freddo:  Alcuni giorni dopo il terremoto arrivò pure  il freddo e la neve, la popolazione dovette passare  l’inverno  sotto le tende o nelle baracche dove vi rimasero per molti anni.