Le luci sismiche (EQL) sono fenomeni luminosi che si possono manifestare durante i  terremoti di forte intensità,  in alcuni casi sono stati osservati anche prima o dopo un evento sismico. Il fenomeno luminoso più diffuso è quello dei lampi, meno frequenti o molto rari sono  invece tutti gli altri tipi di luce sismica

Tipi di  luci sismiche

Lampi: Sono lampi che sorgono dal suolo dal basso verso l’alto, sono di colore bianco / bluastro, e sono quasi sempre contemporanei al terremoto

Sfere luminose: sono globi luminosi di varie dimensioni che possono rimanere immobili oppure muoversi liberamente nel cielo.

Travi di fuoco: Le travi di fuoco possono rimanere fisse oppure muoversi nel cielo anche ad alta velocità.

Colonne o lingue di fuoco: Le colonne di fuoco sono verticali, sorgono dal suolo e vanno  l’alto e  possono illuminare il cielo per pochi minuti o diverse  ore.

Cielo infuocato: Il  colore classico è rosso oppure arancione ma può assumere anche colori diversi, il fenomeno può durare da pochi minuti a diverse ore.

Nuvole o nebbie luminose: si tratta di nubi o nebbie  che diventano luminescenti.

Fuochi fatui e fiammelle: probabilmente si tratta di gas sotterranei che si incendiano al contatto con l’atmosfera.