image

11 luglio 1293

 

 

 

 

 

 

 

 

 

magnitudo stimata:5.4

area epicentrale: Pistoia

morti: numero imprecisato

Questo terremoto produsse notevoli danni alla città di  Pistoia dove vi furono anche delle vittime.

Continua a Leggere »

  • Tags:

23 dicembre 1690


 

 

 

 

 

 

 

 

 

magnitudo stimata: 5.7

area epicentrale: anconetano

morti: poche vittime

 

Le località maggiormente colpite da questo terremoto furono Ancona e Sirolo dove crollarono numerosi edifici ; nella città di Ancona si contarono alcune vittime; danni minori furono registrati nell’area compresa tra Falconara Marittima, Osimo, Loreto, Castelfilardo. Continua a Leggere »

  • Tags:

I terremoti in Umbria

Dic 20

I terremoti storici dell’Umbria

 

30 aprile 1279


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

magnitudo stimata: 6.3

area epicentrale: Appennino Umbro-Marchigiano

morti: molte vittime (nessun dato preciso)

 

Questo terremoto produsse gravi distruzioni in un’area compresa tra Nocera Umbra  e Camerino; il vecchio paese di Serravalle del Chienti fu sepolto da una frana; vi furono gravi danni anche nelle Marche come a Camerino, Matelica,Cagli, Fabriano,  San Severino, Cingoli. Continua a Leggere »

  • Tags:

9 settembre 1349

 

 

 

 

 

 

 

 

 

magnitudo stimata: 6.6

area epicentrale: Italia centrale

morti: migliaia

Questo terremoto produsse  gravi danni in diverse regioni del centro; nel Lazio vi furono danni a Viterbo, Sora, Tuscania; a Roma vi furono danni diffusi come il crollo di monumenti, chiese e torri. Continua a Leggere »

  • Tags:

I terremoti storici dell’Abruzzo

Dic 16

I terremoti in Abruzzo dal 1315 ad oggi

 

3 dicembre 1315

 

 

 

 

 

 

 

 

 

magnitudo stimata: 6.0

area epicentrale: Sulmona

morti: nessun dato

Questo terremoto  colpì sopra tutto le città di L’Aquila, Sulmona e molti altre località nei dintorni .  Continua a Leggere »

  • Tags:

26 luglio 1805

magnitudo stimata:  6.6

area epicemtrale: Molise

morti: 5500

Questo terremoto colpì una vasta area dell’Appennino meridionale; gli effetti maggiormente distruttivi  si ebbero nelle provincie di Matera, Isernia e Campobasso .  La città di Isernia e altre 20 località della sua provincia subirono gravi distruzioni; gravi danni vi furono anche a Campobasso e in molti paesi vicini. . Il terremoto ebbe effetti distruttivi anche nelle località della attuale provincia di Benevento, in particolare nel Sannio.

Gravi danni con crolli di edifici sono documentati anche nelle città Napoli e Avellino dove vi furono alcune vittime; danni minori invece sono stati registrati in un area compresa tra  Foggia, Gargano e Salerno. In totale vi furono oltre 5500 vittime di cui 1000 solo nella città di Isernia e 1600 feriti. Continua a Leggere »

  • Tags:

05 dicembre 1456

magnitudo stimata: 7.0

area epicentrale: Appennino centro meridionale

Morti: migliaia

Questo terremoto interessò una una zona molto vasta dell’Italia centro-meridionale; sono documentati danni in Campania, Basilicata, Abruzzo e Molise. Le località più colpite furono Isernia e Bojano;  gravi danni vi furono anche nelle città di  Napoli,  Campobasso e Benevento.  le vittime furono migliaia.

Continua a Leggere »

  • Tags:

30 luglio 1627

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Magnitudo stimata:  6.7

Area epicentrale: Gargano

Morti: migliaia

 

Il 30 luglio 1627 la costa settentrionale pugliese fu interessata da una lunga serie di  forti scosse di terremoto. I paesi maggiormente colpiti  furono: Apricena, San Paolo di Civitate, San Severo,Lesina, Serracapriola e Torremaggiore. Danni minori si ebbero nelle località comprese tra Manfredonia e Termoli. Le vittime furono migliaia.

Tre giorni prima di questo terremoto vi fu un eclissi di luna, secondo la popolazione era un presagio della catastrofe.

Continua a Leggere »

  • Tags:

I terremoti storici della Basilicata

Dic 04

19 agosto 1561


 

 

 

 

 

 

 

 

Magnitudo stimata: 6.4

Epicentro: Appennino Campano – Lucano

Morti: 500

il 19 agosto del 1561 un forte terremoto colpì  l’Appennino campano-lucano; i danni maggiori si verificarono a cavallo tra le province di Potenza e Salerno.  Le maggiori distruzioni toccarono a  Tito, Sant’Arsenio e San Pietro al Tanagro; crolli diffusi vi furono in numerose  località tra il Vallo di Diano, i monti Alburni e il  Vulture; gravi danni anche nella città di Potenza, mentre a  Napoli e Salerno la scossa fu solamente avvertita senza conseguenze. In totale le vittime furono 500 di cui 100 solo a  Tito. Continua a Leggere »

  • Tags:

I terremoti storici della Calabria

Dic 03

27 marzo 1638

Epicentro :  Calabria Centrale

Magnitudo stimata:  7.0

Morti: 15.000

Questo terremoto ebbe effetti distruttivi nella Calabria centrale nei paesi di  Nicastro, Sant’Eufemia e Rogliano; gravi danni vi furono anche nelle città di  Catanzaro e Cosenza; Danni minori invece  furono registrati nel resto della Calabria e pure a Messina. I morti in totale furono 15.000. Continua a Leggere »

  • Tags: